{*/literal}{$bannerGoogleTag[$company]["desktop"]["gtm"]}{literal*}
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
domenica 07 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
A Sanremo vince il rock dei Maneskin

Rinnovato il progetto archeologia

È stato rinnovato, per l’anno scolastico 2020/21, il progetto Archeologia, promosso dal Liceo Carducci e dal Comune di Volterra



VOLTERRA — È stato rinnovato, per l’anno scolastico 2020/21, il progetto Archeologia, promosso dal Liceo Carducci e dal Comune di Volterra e che coinvolge il Museo Etrusco Guarnacci e la Biblioteca comunale con l'obiettivo di avvicinare i ragazzi al patrimonio archeologico della città.

Il progetto, a cui partecipano le classi II, III e IV dell’indirizzo Classico, prevede la realizzazione di una schedatura informatizzata di materiale archeologico conservato nel Museo Guarnacci, la sua traduzione in lingua inglese e conferenze di informatica, di fotografia e di argomento storico- archeologico. Le attività si svolgeranno, sulla base delle disposizioni ministeriali in materia di sicurezza epidemiologica, da remoto.

“Il rinnovo del progetto Archeologia - dichiara l'assessora all'Istruzione del Comune di Volterra Viola Luti – è la conferma dell’importanza che questo percorso culturale ricopre all’interno dell’offerta formativa della scuola. Le attività consentono, infatti, di avvicinare, attraverso l’utilizzo di forme innovative, i giovani alla conoscenza delle testimonianze storiche e archeologiche del nostro territorio, creando contatti e interazioni fra il mondo della scuola e le realtà culturali della città. Gli studenti, inoltre, - continua Luti - acquisiscono metodologie di lavoro che includono la multidisciplinarietà, stimolando la riflessione sul rapporto fra passato e presente e sviluppando competenze spendibili anche nel mondo universitario e in quello del lavoro. La validità del progetto – conclude Luti – è dimostrata anche dal lavoro che gli studenti, grazie alla collaborazione dei docenti e dei dipendenti del Museo Guarnacci e della Biblioteca Comunale, hanno portato avanti durante il lockdown della primavera scorsa, dimostrando come la scuola e le sue attività non si siano fermate neppure in un momento storico estremamente difficile.”

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno