QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
venerdì 03 luglio 2020
corriere tv
Fase 3, Zaia: «Lunedì nuova ordinanza, inasprirà misure»

NOSnews lunedì 15 giugno 2020 ore 19:48

Nel Chianti il primo Istituto per agricoltori

Il primo istituto superiore del Chianti formerà le nuove generazioni di contadini, le ore di lezione si alterneranno tra l'aula e la vigna



SAN CASCIANO IN VAL DI PESA — Apre nel Chianti il primo istituto superiore vocato alla formazione degli agricoltori del futuro, una scuola triennale per l’istruzione e la formazione professionale per operatore agricolo. La scuola aprirà a Settembre a San Casciano in Val di Pesa con una modalità innovativa in cui le 3165 ore complessive si alterneranno tra lezioni in aula e in vigna. La formazione è gratuita e la frequenza obbligatoria.

Agr.I. For. Chianti è finanziato dalla Regione Toscana, attraverso fondi ministeriali, nell’ambito di GiovaniSì per giovani di età compresa tra i 14 e i 18 anni. Il secondo ciclo di studi dell'obbligo, attivo in forma inedito nell’area del Chianti, debutterà con una classe costituita da 25 allievi.

La scuola è promossa dai Comuni del Chianti fiorentino, Barberino Tavarnelle, Greve in Chianti, San Casciano in Val di Pesa, Bagno a Ripoli, ed è gestita da Chiantiform. “Un punto di forza che caratterizza questa opportunità formativa - hanno detto i sindaci del Chianti - è l’investimento che la rete pubblico-privato lancia sul binomio formazione e lavoro, grazie alla collaborazione delle imprese agricole presenti nei territori che aderiscono al progetto i giovani potranno effettuare il loro periodo di stage, farsi conoscere e augurarsi di essere assunti. Crediamo che per i giovani allievi questa scuola possa rappresentare una concreta opportunità di impiego nel settore agroalimentare nei nostri territori”. Le iscrizioni sono aperte fino al 1 Settembre 2020. La formazione è gratuita e la frequenza obbligatoria.

L’obiettivo del percorso triennale, oltre all’acquisizione, da parte degli allievi, delle competenze di base utili all’assolvimento dell’obbligo di istruzione, è la formazione di una figura con un'ampia preparazione in ambito agricolo in relazione a tutte le operazioni relative alla lavorazione e alla fertilizzazione dei terreni, alle semine, ai trattamenti fitosanitari, alle potature, alla raccolta e a tutte le altre lavorazioni agronomiche e di coltivazione delle produzioni arboree, erbacee, ortofloricole. I futuri agricoltori collaboreranno nella gestione dell'azienda, compresa la cura e la manutenzione delle attrezzature utilizzate, ed effettueranno varie operazioni sui prodotti dell'azienda, dalla trasformazione fino alla vendita.

Gli obiettivi professionalizzanti del percorso corrispondono a quelli della qualifica di III livello EQF di “Addetto agli interventi tecnici ed agronomici sulle coltivazioni e alla gestione di impianti, macchine ed attrezzature”. Gli operatori saranno formati per la conduzione delle produzioni arboree, erbacee ed ortofloricole, la gestione degli impianti, delle macchine e delle attrezzature, la pianificazione e l’organizzazione delle fasi di sviluppo dei processi. I giovani, una volta diplomati operatori agricoli, potranno occuparsi anche della produzione aziendale, dalla trasformazione alla vendita dei prodotti, della verifica e controllo delle attività. La scuola prevede l’acquisizione di competenze, come previsto dalla normativa, linguistiche, matematiche, scientifiche, tecnologiche; storico, socio-economiche.

Tag
 
Programmazione Cinema