Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
domenica 17 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tensione al corteo no Green pass di Milano, la protesta non si ferma e partono le cariche della polizia

Giovani scienziati crescono

Sono 20 i ragazzi che hanno fatto il loro incresso all'Accademia Giovani per la Scienza di Pistoia in arrivo dalle scuole della provincia



PISTOIA — Francesco sogna di realizzare una bobina di Tesla. Elena vuole confrontarsi con altri aspiranti scienziati come lei. Gaia si impegna a coltivare una personalità razionale e precisa. Guglielmo desidera da sempre lavorare come astrofisico o fisico teorico. Non sono che uno scampolo del repertorio motivazionale dei 20 ragazzi che hanno fatto il loro ingresso per l'anno accademico 2020/2021 all'Accademia Giovani per la Scienza di Pistoia.

La realtà è promossa e gestita in proprio dalla Fondazione Caript come progetto sperimentale in evoluzione e offre a un gruppo selezionato di 41 giovani studenti la possibilità di partecipare, per un periodo di almeno due anni, a percorsi formativi di alto profilo, creando occasioni di incontro con i protagonisti della ricerca scientifica e della cultura, in Italia e in Europa. I 20 nuovi ingressi continueranno, insieme ai loro colleghi ormai veterani, a seguire le lezioni online in partenza per febbraio e per marzo.

Ma eccoli, i nuovi aspiranti scienziati. Dal Liceo Forteguerri di Pistoia sono arrivati Elena, Ludovico, Ginevra e Giulia. Dal Liceo Amedeo di Savoia provengono Lorenzo, Sofia e Gaia. A loro si sono aggiunti Elio e Gregorio dall’ITCS Pacini, Rebecca dall’IPSAAABI De Franceschi-Pacinotti e Sara dall’ITT Fedi-Fermi di Pistoia.

Gli altri provengono da altri istituti della provincia: dal Liceo Lorenzini di Pescia Andrea, Lorenzo, Guglielmo e Francesco; dall’ITS Marchi-Forti Giacomo e Kadija. Martina studia al Liceo Salutati di Montecatini e Jonathan all’ITSE Capitini di Agliana. Infine, anche un rappresentante di una scuola fuori provincia, Gianluca dell’ITS Buzzi di Prato.

Con le lezioni si comincia sabato 13 febbraio: il titolo è Introduzione all’intelligenza artificiale: il relatore è Angelo Frosini (introdotto dal Prof. Vaccaro), Ingegnere esperto di Machine Learning e Artificial Intelligence. 

Il confronto di sabato 27 febbraio, Lo zinco: elogio dell’impurezza, sarà invece con Eleonora Aquilini, docente della Divisione Didattica presso la Società Chimica Italiana e Gabriella D’Arrigo, docente di Lettere dell’Istituto comprensivo di Lanzo Torinese che collabora stabilmente con il Centro Internazionale Primo Levi di Torino per la realizzazione di progetti riguardanti la figura e le opere di Primo Levi rivolti a docenti e classi della scuola secondaria di primo grado.

Giorgio Vacchiano – che a Pistoia è già conosciuto come testimonial della scorsa edizione del bando Sì ... Geniale! – venerdì 12 marzo spiegherà agli accademici come le foreste ci possono aiutare nelle crisi del nostro tempo (lui è infatti ricercatore e docente in gestione e pianificazione forestale all’Università Statale di Milano).

Infine, sabato 27 marzo Emma Angelini – Professoressa ordinaria di Chimica e Fisica al Dipartimento di Scienze Applicate e Tecnologia del Politecnico di Torino – con I custodi del passato spazierà in ambito storico.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno
Quinos
Operazione Finanziata dal POR-FESR Toscana 2014-2020
Por Creo