Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
domenica 17 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tensione al corteo no Green pass di Milano, la protesta non si ferma e partono le cariche della polizia

NOSnews mercoledì 07 ottobre 2020 ore 17:29

Bufera per una caduta a scuola, parla la dirigente

La dirigente scolastica dell'Istituto professionale Luigi Einaudi di Pistoia racconta a QUInos l'episodio che ha scatenato la rabbia sui social



PISTOIA — A seguito della caduta di una studentessa disabile, avvenuta questa mattina presso l'Istituto professionale Luigi Einaudi di Pistoia, sui social si è scatenata una polemica relativa alla sorveglianza dei ragazzi ed alla gestione del plesso scolastico in un periodo particolarmente delicato per l'epidemia di Covid-19.

I social hanno puntato il dito sugli insegnanti e sulla dirigente scolastica che ha replicato attraverso una nota respingendo le accuse e dichiarando di aver attivato le procedure previste dalla normativa sugli infortuni scolastici.

La dirigente scolastica, Elena Pignolo, ha spiegato a QUInos "Siamo tutti molto dispiaciuti per quanto accaduto e siamo vicini ai genitori della ragazza. Purtroppo si è verificato un incidente molto grave ma posso assicurare il tempestivo intervento da parte dell'insegnante e di un collaboratore scolastico che si trovavano sul posto quando il fatto è accaduto. Sono stata avvisata e mi sono recata immediatamente dalla ragazza per avviare le procedure compresa la chiamata al 118. La madre, avvisata, ci ha raggiunti ed è andata via con la ragazza. Non abbiamo ricevuto comunicazioni da parte della famiglia sullo stato di salute della studentessa alla quale auguro di rimettersi presto". 

La bufera sui social "Mi sono sentita in dovere di intervenire per tutelare la nostra studentessa e per difendere la scuola ed il personale scolastico dalle pesanti accuse che ci sono state rivolte attraverso i social network. Chiunque ha espresso la propria opinione su un fatto che sarebbe potuto accadere a qualsiasi studente in un contesto scolastico, senza avere alcuna cognizione di causa. Dobbiamo stare attenti a queste campagne di odio che si innescano sul web. Qui abbiamo una ragazzina caduta e la sua famiglia in apprensione ed una insegnante costernata oltre al dispiacere del personale scolastico, ma parliamo di un istituto che fa della accoglienza una delle sue prerogative e che non trascura assolutamente la sicurezza, con grande dedizione per il nostro lavoro di educatori" ha concluso la dirigente Elena Pignolo. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno
Quinos
Operazione Finanziata dal POR-FESR Toscana 2014-2020
Por Creo