Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
domenica 16 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, il bombardamento del palazzo della sede dell'Ap e di Al Jazeera

NOScorner martedì 20 aprile 2021 ore 15:29

Ballando sotto le luci del Teatro Verdi

Illustrazione di Bianca W.Braccini da: “…e sarò una ballerina!” per gentile concessione di Elledibook Edizioni).

Avevamo 13 anni quel giorno e una volta uscite da quel corridoio decidemmo di andare a vedere il famoso Palco Reale di cui tutti ci parlavano



PISA — Ripenso con emozione all'ultima volta che presi parte a un balletto al Teatro Verdi, con la mia scuola di danza, l’Etoile. Avevo 13 anni e passai un giorno di prova davvero bello e indimenticabile! Ricordo che io e le mie compagne avevamo un'ora libera, da usare come volevamo. Una mia amica ed io decidemmo così di visitare meglio il teatro: uscimmo dal camerino e scendemmo le scale, andammo dietro le quinte e ci addentrammo in quel luogo davvero magico. Magico per il buio, per le luci, che illuminavano il palco, per i brillantini sul pavimento caduti dai capelli delle ballerine, per la musica in sottofondo e per gli splendidi costumi di scena: tutto ci faceva sentire in un posto incantato.

In seguito io e la mia amica passammo da una porta che collega le quinte con il salone d’ingresso, attraversando un lungo corridoio con tante porte sulla sinistra che danno accesso ai palchetti. Una volta uscite da quel corridoio decidemmo di andare a vedere il famoso Palco Reale di cui tutti ci parlavano; il palco si trova esattamente di fronte al palcoscenico, ma in alto, quindi salimmo delle scale ricoperte da una rossa moquette e arrivammo dietro a una tenda di velluto che, una volta aperta, ci scoprì una vista bellissima: se guardavamo verso l’alto un’infinità di bellissimi disegni ci circondava, mentre se provavamo ad affacciarci per guardare in basso faceva quasi paura per quanto fossimo alte; la platea appariva un’ordinata fila di caselle rosse e i ballerini che provavano “Alladin” sul palcoscenico, piccole figure che si muovevano con la musica.

Quando tornammo nei camerini, fummo circondate dalle nostre compagne che ci ascoltarono incantate, mentre raccontavamo loro la nostra magica esperienza in giro per il teatro.


Rachele Alessandrini 3B, 

Liceo Carducci Pisa

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno
Quinos
Operazione Finanziata dal POR-FESR Toscana 2014-2020
Por Creo