QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
domenica 29 novembre 2020
corriere tv
Myrta Merlino ospita il compagno Marco Tardelli: «Ti presento come campione del mondo?», «Posso darti del tu?»

NOSnews lunedì 26 ottobre 2020 ore 10:13

Lezioni digitali al 75 per cento ma non per tutti

​Il ministro dell’Istruzione ha inviato ai dirigenti scolastici una nota per l’attuazione del nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri



FIRENZE — Il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri impone alle scuole di riorganizzare l'attività didattica, per questo motivo il ministero dell'Istruzione ha inviato una nota ai dirigenti scolastici.

"Le scuole - ha precisato il ministero - in considerazione della necessità di disporre del tempo sufficiente ad adeguare l’organizzazione didattica alle misure del nuovo Dpcm, provvederanno all’adozione degli atti necessari nella giornata di lunedì 26 Ottobre, con efficacia, poi, dal giorno successivo".

"Per le scuole dell’infanzia e le istituzioni scolastiche del primo ciclo l’attività didattica resta in presenza. Per le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado la soglia minima di erogazione dell’attività in didattica digitale integrata è incrementata, secondo le nuove disposizioni, ad almeno il 75 per cento, anche qualora le ordinanze regionali rechino un limite inferiore. Particolare attenzione, nell’attuazione della misura, sarà posta agli alunni con disabilità, con disturbi specifici dell’apprendimento e altri bisogni educativi speciali" recita la nota ministeriale.

Infine il documento recita “per il lavoro che la comunità scolastica ha compiuto e per gli sforzi che ogni giorno le istituzioni scolastiche profondono per garantire l’effettività del diritto allo studio delle studentesse e degli studenti, in un momento di estrema complessità per il Paese”.

Tag
 
Programmazione Cinema