QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
giovedì 03 dicembre 2020
corriere tv
Vaccino anti-covid, Ippolito: «Chi è stato positivo non dovrà farlo»

NOSnews mercoledì 11 marzo 2020 ore 09:20

Coronavirus, la professoressa scrive agli studenti

Elena Marianelli con il dirigente scolastico, Alessandro Frosini

La professoressa Elena Marianelli, docente di tedesco dell'istituto tecnico Carlo Cattaneo di San Miniato, ha scritto una lettera aperta agli studenti



SAN MINIATO — Con le scuole chiuse per l'emergenza di contenimento del contagio da Coronavirus, una professoressa toscana ha deciso di rivolgersi agli studenti attraverso una lettera aperta.

Elena Marianelli, docente di tedesco dell'istituto tecnico Carlo Cattaneo di San Miniato ha iniziato con queste parole la sua lettera "Sapete che il mio affetto per tutti voi e tutti i ragazzi del Cattaneo che conosco è grande! Ma mi sono nel cuore tutti i giovani e mi preoccupo per tutti voi, non per niente 40 anni fa ho scelto di lavorare tutta la vita con e per i giovani".

Scrive ancora la professoressa di tedesco "Consiglio: mi raccomando non uscite. Non si scherza. Seguite le indicazioni che ci danno i vari link del ministero, i telegiornali, le interviste a medici, il vostro medico di famiglia... e seguiteli alla lettera. Rispettando per i giorni necessari, le direttive del governo che ha in mano la situazione e i dati degli infettati che aumentano in maniera esponenziale ogni giorno, riusciremo a fermare questa espansione di colpiti dal Coronavirus. Se seguiamo le indicazioni, finirà anche molto prima. Guardate in Cina dove da giorni i cittadini delle città più colpite sono dovuti stare rinchiusi per settimane. E loro hanno rispettato le regole e stanno già ricominciando una vita quasi normale. E soprattutto hanno potuto evitare un dilagarsi spaventoso della epidemia. Se prendete il virus non siete solo voi in pericolo, ma tutti coloro a cui vi avvicinate, compresi i vostri cari nonni, genitori, fratelli, sorelle, il proprio ragazzo o ragazza... E non mi sembra il caso, sono persone che amate! Come potreste? Proteggetele stando a casa! State in casa e sforzatevi di far cose che non avete mai fatto... non voglio dire di leggere libri, ma imparare a cucinare e provare, confrontarsi con i genitori, informarsi sulla situazione, giocare a carte, ripassare le materie perché rientrando in aprile fermi per troppo tempo, vi dimenticate tutto... e siamo vicini a maggio e avrete compiti su compiti. La promozione poi diventa un rischio grosso. Le due generazioni prima di me (nonni e genitori) hanno dovuto combattere durante le due guerre mondiali, a noi è toccata una guerra senza armi, ma altrettanto pericolosa, la lotta contro il Coronavirus. E allora vi dico: usate le informazioni delle fonti giuste, l'intelligenza che avete tutti e il buon senso. La vita è bellissima! Non lo dimenticate!  Ma va saputa vivere nei momenti facili e va saputa affrontare nei momenti duri e difficili".

Tag
 
Programmazione Cinema