Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
martedì 17 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Azovtsal, il momento in cui i combattenti ucraini lasciano l'acciaieria dopo il lungo assedio

NOSpettacoli domenica 12 febbraio 2017 ore 22:24

Collateral Beauty

Significati fisici e metafisici nel film di David Frankel.



PONTEDERA — “Amore, Tempo, Morte: queste tre astrazioni collegano ogni singolo umano sulla Terra. …: perché a conti fatti noi desideriamo l’amore, vorremmo avere più tempo e temiamo la morte”. Il film di David Frankel, uscito nelle sale italiane nel Gennaio 2017, si sviluppa intorno a questa frase, pronunciata all’inizio del film dal protagonista Howard, interpretato da Will Smith. Nel cast stellare, oltre a Will Smith, compaiono Kate Winslet, Edward Norton, Micheal Peña, Keira Knightley ed Helen Mirren. Howard è un pubblicitario che perde la figlia, colpita da un rarissimo tumore. II regista dipinge abilmente la depressione e il particolare atteggiamento mentale e fisico “controsenso” in cui il protagonista cade: infatti Howard va spesso in bicicletta contromano e frequentemente viene ripreso mentre cammina contro corrente tra la folla.I colleghi Claire (Kate Winslet), Whit (Edward Norton) e Simon (Micheal Peña), cercano di estromettere dalla società Howard, loro socio di maggioranza, in quanto il suo disagio sta trascinando tutti a fondo. Whit, collega di Howard, nonché suo migliore amico, scopre che quest’ultimo scrive delle lettere a destinatari astratti: Amore, Morte, Tempo. Per aprire un canale di comunicazione con lui, Whit arruola tre attori che rappresentino queste tre entità: l’idea è quella di registrare di nascosto delle scene da cui poi cancellare la presenza degli interlocutori, per mostrare che Howard parla al nulla, dimostrando così la sua infermità mentale. L’azione è naturalmente illegale, solo parzialmente giustificata dal fatto che i tre devono salvare gli affari. Gli attori riescono a interagire con il protagonista e riescono a convincerlo di essere l’incarnazione delle tre entità. Il film è giocato sul numero “tre” e su una fitta rete di parallelismi tra i tre amici-protagonisti e i tre attori: infatti ognuno dei soci di Howard ha dei “conti aperti” con le tre entità che gli attori rappresentano.Il film è ben strutturato, ricco di simbolismi, ma soprattutto è caratterizzato da una stupenda recitazione da parte di Will Smith che riesce a trasmettere perfettamente allo spettatore le emozioni di Howard. La struttura della narrazione è complessa e favorisce l’introspezione dello spettatore su tematiche a sfondo psicologico e filosofico. Nel film appare emblematico il gioco del domino: spesso il protagonista è ritratto mentre è intento a costruire strutture con i tasselli del domino. Il domino è in stretta relazione con Amore, Tempo e Morte: si costruisce con amore, occorre tempo per creare strutture perfette e complesse e poi viene inesorabilmente distrutto nel giro di pochi secondi. La bellezza delle sue composizioni appare infinita o, come viene definita nel titolo del film, è una“bellezza collaterale”.

Niccolò Daddi

4A Liceo Scientifico XXV Aprile - Pontedera


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno
Quinos
Operazione Finanziata dal POR-FESR Toscana 2014-2020
Por Creo