QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
mercoledì 03 giugno 2020
corriere tv
Maltempo, fitta grandinata e allagamenti in Val Seriana

hanNOScritto giovedì 30 aprile 2020 ore 23:30

"​Io non ho paura"

Recensione del libro di Nicolò Ammanniti



FIRENZE — Recensione di un libro su un bambino alle prese con la paura. In una torrida estate sei bambini si avventurano nelle campagne assolate di un piccolo borgo dell’Italia del Sud; il caldo è insostenibile, ma il desiderio di divertimento è più forte di ogni ostacolo. Pedalano incessantemente sulle loro biciclette, ogni giorno verso luoghi diversi e sconosciuti. Vivono in umili case di un piccolo paese in campagna. In una di queste case vive Michele che, proprio durante una pedalata con gli amici, scoprirà un segreto agghiacciante, inconfessabile e troppo grande per un bambino. Il terrore e i sospetti, che man mano si fanno avanti nella sua mente, creano uno scenario di terribile aridità, sia di luoghi che di sentimenti. A soli nove anni Michele si trova ad affrontare un pericolo enorme, che presenta la totale meschinità e la più pura cattiveria dell’animo umano. Dovrà confrontarsi con la famiglia, con gli amici e con il contesto in cui vive. La figura di Michele è l’emblema del coraggio e della forza dell’innocenza. L’Autore, Ammaniti, mette in luce le varie sfumature della paura, del terrore e della fragilità del genere umano. Nelle pagine del libro traspare la forza del bambino che riesce a non girarsi dall’altra parte di fronte a fatti scomodi, bensì li affronta, andando loro incontro. Non solo sa affrontare la paura, ma, assecondando la volontà dell’autore, Michele riesce a superarla e può così affermare: “Io non ho paura”. 

Ludovica Straffi, 4a C, Liceo Classico Michelangiolo, Firenze

Tag
 
Programmazione Cinema