QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
martedì 26 maggio 2020
corriere tv
Le Frecce sorvolano piazza Duomo a Milano, l'abbraccio tricolore sopra la città

hanNOScritto domenica 16 febbraio 2020 ore 21:06

​Ora dimmi di te. Lettera a Matilda.

Sincerità e affetto nel racconto di Andrea Camilleri.



FIRENZE — “Ora dimmi di te. Lettera a Matilda.” è un’opera di Andrea Camilleri, lo scrittore venuto a mancare il 17 Luglio del 2019, che ci mostra un’altra faccia di Camilleri, discostandosi nettamente dai polizieschi di Montalbano. 

In questo libro l’autore scrive una lunga e appassionata lettera alla nipotina, che in realtà è ancora piccola, immaginando che possa leggerla quando sarà diventata grande. Nel libro traspare la tenerezza di un nonno che desidera trasmettere alla nipote i valori fondamentali della vita. Camilleri affronta molti temi: l’amore, l’amicizia, la cultura, la politica. Ogni tema è trattato in modo personale e accurato. L’amore per la vita è evidente in ogni frase, in ogni parola. Il libro è una lunga lettera trascinante e intensa in cui traspare la volontà di lasciare al lettore e alla destinataria dei messaggi importanti. Camilleri non usa termini complessi e la la sua scrittura scorre chiara e genuina. Grazie a questo riesce a farci comprendere in modo semplice e mai banale, avvenimenti da lui vissuti personalmente sin nelle prime decadi del secolo scorso. Il nonno, preoccupato di non poter riuscire a raccontare a voce gli avvenimenti della propria vita alla nipote, decide di scriverli e in questo modo li rende disponibili a tutti. Così nasce questo libro “Lettera a Matilda” che riesce a conquistare il lettore presentandosi come un vero e proprio resoconto storico degli anni trascorsi e ad un tempo a commuoverlo per la grande partecipazione che l’autore riesce a comunicare a tutti, mentre si rivolge alla nipote.

Ludovica Straffi, 3C Liceo Classico Michelangiolo, Firenze

Tag
 
Programmazione Cinema