Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
mercoledì 14 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Johnson&Johnson, l'immunologa Viola: «Nessun trambusto. Nessun caso sugli over 60»

hanNOScritto lunedì 29 marzo 2021 ore 09:57

Gridalo, l'invito coraggioso di Roberto Saviano

Saviano cita vari personaggi, storici e non, che hanno realmente gridato contro le ingiustizie, come Martin Luther King, Anna Achmatova o Ipazia



FIRENZE — Nel Novembre del 2020 è uscito il nuovo libro di Roberto Saviano che fin da subito ha riscosso un enorme successo in tutta Italia. Il libro si intitola “Gridalo” e vuole essere un vero e proprio grido contro i soprusi che avvengono in tutto il mondo, sia nel passato che nel presente.

Saviano si rivolge a un “se stesso da giovane”, un ragazzo di 16 anni, come se volesse fornire a quel suo doppio una “mappa” (titolo anche dell’introduzione al libro) con una bussola, un percorso da seguire, per metterlo in guardia di fronte alle ingiustizie che troverà nella vita. Desidera portare quel ragazzo nel punto in cui poi starà a lui decidere se perdersi o meno.

“Consegnandoti una mappa, cerco solo di farti arrivare al punto dove sono arrivato io, cosicché tu possa partire da dove io non ce l’ho fatta ad andare oltre. Non voglio farti percorrere strade già battute, per tenerti dentro a un sentiero segnato, non voglio insegnarti la prudenza, al contrario, voglio portarti nel punto in cui la prudenza deve diventare azzardo e la saggezza temerarietà, perché forse solo così si arriva a tracciare una strada nuova.”

Lo scrittore così invita direttamente noi giovani lettori a scavare a fondo, a non rimanere nel limbo eterno della superficialità, ma a valutare le forme di ribellione di fronte ai regimi, alle disuguaglianze sociali, alle discriminazioni e agli abusi di potere.

Saviano cita vari personaggi, storici e non, che hanno realmente gridato contro le ingiustizie, come Martin Luther King, Anna Achmatova o Ipazia. Personaggi le cui scelte possono aiutarci a capire meglio la realtà, mettendoci di fronte ai crimini più terribili del nostro mondo e invitandoci a non assistere passivamente agli orrori che vediamo commettere, cercando, pur nel nostro piccolo, a stigmatizzare le ingiustizie.

“Gridalo che non vale la pena vivere a queste condizioni, gridalo, che tutto deve cambiare!”

Ludovica Straffi

4C Liceo Classico Michelangiolo - Firenze

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno
Quinos
Operazione Finanziata dal POR-FESR Toscana 2014-2020
Por Creo