QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
sabato 19 settembre 2020
corriere tv
«Grazie alle mie due lauree...» Il tenente colonnello che si autoelogia in diretta idolo del web

NOSnews giovedì 26 marzo 2020 ore 20:16

Formazione a distanza per gli studenti toscani

L'assessore Cristina Grieco ha spiegato quali requisiti servono per certificare l'attività formativa svolta durante l'emergenza dovuta al coronavirus



FIRENZE — Per garantire la continuità didattica e formativa nel periodo di sospensione dei servizi educativi, scolastici e di formazione professionale nel periodo dell’emergenza sanitaria la Regione Toscana ha offerto la possibilità di continuare a formarsi incrementando le attività della formazione a distanza.

Al centro delle decisioni adottate dalla Regione ci sono le attività organizzate con il finanziamento del Fondo sociale europeo, quelle del Progetto nazionale Garanzia giovani e le attività formative riconosciute dalla Regione.

“La formazione a distanza è considerata sostitutiva dell’attività d’aula se realizzata in modalità sincrona e rispettando alcuni requisiti fondamentali - ha spiegato l’assessore ad Istruzione, formazione e lavoro della Regione Toscana, Cristina Grieco, - le nuove tecnologie, in questo periodo di ‘distanziamento sociale’, permettono di sostituire in modo efficace le attività didattiche generalmente svolte presso sedi fisiche”. “Nostro obiettivo è garantire e sostenere la continuità didattica tenendo conto della specificità degli allievi e delle caratteristiche dell’offerta formativa Iefp in questa fase di emergenza. Il ricorso al project-work va proprio in questa direzione” ha concluso l’assessore Grieco.

Per quanto riguarda i corsi relativi al sistema di istruzione e formazione professionale, una recente delibera di Giunta, nell’ambito delle attività di formazione a distanza, ha previsto la possibilità di ricorrere al project-work, inteso come elaborazione di un documento progettuale, di un manufatto o una elaborazione multimediale, assistito a distanza dal tutor e valutato dal docente.

I requisiti fondamentali che i corsi a distanza devono avere, per essere riconosciuti validi, sono il tracciamento della presenza, l’effettività della connessione internet dell’allievo, le prove intermedie e l’interattività con il docente. Per consentire lo svolgimento dei controlli, al contempo, l’agenzia formativa che organizza il corso è tenuta ad inviare all’ufficio territoriale competente in materia di formazione l’indicazione del web-link e le eventuali credenziali per poter accedere da remoto alla classe virtuale.

Tag
 
Programmazione Cinema