QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
mercoledì 08 aprile 2020
corriere tv
Coronavirus, gli errori di Wuhan: «State attenti, non fate come noi»

NOSnews mercoledì 26 febbraio 2020 ore 15:02

Chef dell’alberghiero​ contro lo spreco alimentare

Per gli studenti seminari sul deperimento, approvvigionamento, manipolazione e cottura, fino al confezionamento ed etichettatura degli alimenti



FIRENZE — Formare i futuri professionisti della ristorazione per fermare lo spreco alimentare, è questo l’obiettivo del progetto ‘La mia scuola senza spreco’ che ha preso il via oggi all’istituto alberghiero Aurelio Saffi di Firenze con un calendario di lezioni teoriche e pratiche. Il progetto è il risultato di un percorso avviato nel 2019 dallo Sportello Eco equo in collaborazione con l’istituto Saffi e varie realtà associative.

“Un progetto pensato per diffondere sempre maggiore consapevolezza sul fenomeno dello spreco alimentare - hanno spiegato l’assessore all’Ambiente Cecilia Del Re e l’assessore all’Educazione Sara Funaro -, a partire dai ragazzi che diventeranno i futuri professionisti della ristorazione. È importante fornire agli studenti gli strumenti teorici e pratici per ripensare l’utilizzo delle risorse alimentari in un’ottica più sostenibile”.

Lezioni in aula ed esercitazioni pratiche saranno condotte dagli insegnanti dell’istituto in team con gli esperti dell’associazione Mele di Newton, tra gli argomenti la conservazione e deperimento degli alimenti, approvvigionamento, manipolazione e cottura, confezionamento ed etichettatura. La sezione pratica consentirà di sperimentare soluzioni per ridurre gli sprechi,  valorizzando la capacità di improvvisazione con l’obiettivo di dare precedenza alle risorse disponibili, prima di affidarsi a una lista della spesa o a un menu prestabilito.

Il progetto si concluderà il 28 marzo con un evento pubblico in occasione della festa di primavera, anticipato il 25 marzo da una ‘serata degustazione’ organizzata dagli studenti utilizzando le eccedenze di magazzino della scuola e altri prodotti in eccedenza offerti dalla grande distribuzione.

 
Programmazione Cinema