Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
domenica 24 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sileri: «Piano vaccini in ritardo di 6-8 settimane»

fanNOScuola mercoledì 29 aprile 2020 ore 08:22

28 Aprile, Giornata mondiale Salute e Sicurezza

L’EPAD affianca la DAD: Educazione alla Prevenzione a Distanza



PISA — L’Istituto Italiano per la Sicurezza (IIS) ha celebrato il 28 Aprile, Giornata mondiale della Salute e Sicurezza sul Lavoro con un nuovo format, l’EPADEducazione alla Prevenzione a Distanza. “L'arrivo del coronavirus ci ha stimolato a ideare e sperimentare nuovi format, afferma il Presidente di IIS Francesco Meduri, per poter continuare il dialogo con i giovani sul tema della prevenzione, trasformando gli ostacoli in opportunità”. La DAD - Didattica a Distanza in questo momento è utilizzata in tutto il mondo scolastico. “Da sempre abituati a parlare frontalmente agli studenti anche noi abbiamo dovuto aggiustare il tiro, dice Anna Eisinberg, Vice Presidente IIS, quale migliore occasione per presentare qualcosa di nuovo il 28 Aprile? L’EPAD rappresenta per noi un’importante opportunità per potenziare e diffondere la Peer Safety Education (PSE®), che ha già raggiunto più di 17.000 bambini e ragazzi in tutta Italia”.

Stop the pandemic at work” è lo slogan dell’edizione 2020 della Giornata mondiale della sicurezza e salute sul lavoro istituita e coordinata dall’International Labour Organization (ILO) per porre l’attenzione sull'adozione di pratiche sicure nei luoghi di lavoro.

Il COVID è stato il protagonista della sessione EPAD del 28 Aprile, organizzata nell’ambito del progetto AZZERIAMOLI 2020, sviluppato da IIS e sostenuto dalla Fondazione AIFOS. Alla sessione, effettuata utilizzando la piattaforma “meet” di Google, hanno partecipato circa 60 studenti toscani in rappresentanza dell’ITIS Da Vinci-Fascetti Pisa e del Liceo Da Vinci di Firenze e, come giornalisti di QUInos un gruppo di studenti dei Licei Michelangiolo di Firenze e Marconi di San Miniato.

L’idea di IIS di trattare il tema COVID da prospettive diverse è piaciuta molto anche all’USR (Ufficio Regionale Scolatico della Toscana), come sottolineato da Roberto Curtolo Dirigente Regionale del Miur e referente regionale per il PCTO e Teresa Madeo, Referente USR per la Sicurezza. Hanno sottolineato la necessità di potenziare l’attuale cultura della sicurezza già durante il periodo scolastico così da permettere ai lavoratori di domani di possedere le conoscenze e la sensibilità necessarie per l’adozione di comportamenti sicuri.

Il Dirigente Scolastico Fortunato Nardelli dell’ITIS-Fascetti di Pisa è intervenuto per indicare l’impegno suo e degli altri presidi nel trovare soluzioni concertate, in vista della ripresa del nuovo anno scolastico evidenziando alcune difficoltà.

Ai ragazzi che stanno vivendo l'impatto del lockdown in prima persona e in ambito familiare è importante offrire un punto di vista diverso. Per illustrare il punto di vista aziendale sono stati invitati a partecipare alla videoconferenza i rappresentanti di due aziende partner di IIS: Luisa Tironi (Addetto al Servizio Prevenzione e Protezione) di Saint Gobain; e Michel Morganti (Health & Safety Manager) di Sofidel, per descrivere l'impatto del COVID sui processi aziendali e per illustrare ai ragazzi quali sono state le contromisure prese per garantire la business continuity.

L’iniziativa di ILS è inserita nel roadshow nazionale di Italia Loves Sicurezza Against COVID-19. ILS è un network di persone che credono nella necessità di rivoluzionare il modo in cui questi temi sono comunicati e vissuti, adottando canali di comunicazione basati sulla partecipazione, sul coinvolgimento, sull’emozione.

gdb

Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno