{*/literal}{$bannerGoogleTag[$company]["desktop"]["gtm"]}{literal*}
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
domenica 07 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
A Sanremo vince il rock dei Maneskin

NOSnews giovedì 04 febbraio 2021 ore 13:07

Anpi nelle scuole con incontri virtuali

Sono 12 gli istituti e 47 le classi coinvolti nel Progetto di Cultura Costituzionale a distanza promosso dall'associazione dei partigiani



PISA — Il 24 luglio 2014 il Ministero dell'Istruzione e l'Anpi sottoscrissero un protocollo d'intesa finalizzato alla collaborazione ed alla consultazione permanente al fine di realizzare “attività programmatiche nelle scuole volte a divulgare i valori espressi nella Costituzione repubblicana e gli ideali di democrazia, libertà, solidarietà e pluralismo”. In provincia di Pisa, l'11 novembre 2015 fu sottoscritto un protocollo attuativo che coinvolgeva l'Ufficio Scolastico Provinciale, l'Anpi e le 4 Conferenze di Zona per l'Educativo, in rappresentanza dei 37 Comuni.

Per l'anno scolastico 2020-21, il Comitato paritetico preposto ha messo a punto il Progetto di Cultura Costituzionale a distanza. Questo si ripropone di accompagnare i giovani degli Istituti superiori di Secondo grado in un percorso di ricerca sulla genesi storica della Costituzione, sui diritti e i doveri dei cittadini, sul funzionamento della Repubblica.

"Permetterà di svolgere un'attività che rientra a pieno titolo nell'Educazione civica - hanno ricordato dall'associazione dei partigiani -, secondo quanto previsto dalle linee guida ministeriali. È stato inserito nell'ambito della Convenzione tra il Ministero dell'Istruzione e l'Associazione Italiana dei Costituzionalisti. Si avvale della collaborazione del Laboratorio di Cultura Costituzionale dell'Università di Pisa, della Domus Mazziniana, di ricercatori della Scuola Superiore Sant'Anna”.

Ogni classe, affiancata da un tutor, approfondirà un argomento del tema generale. Potrà integrare la riflessione con l'App Smart EduCost, progettata e sviluppata all'interno del Laboratorio di Cultura Costituzionale, che consentirà agli studenti di conoscere il tessuto logico-matematico della Costituzione, di analizzare i concetti e le principali parole-chiave emergenti dai principi fondamentali, di valorizzare una comprensione sistematica delle Istituzioni repubblicane nella prospettiva dei diritti fondamentali.

A fine percorso, ogni classe produrrà un elaborato finale. I tre lavori giudicati migliori da una Commissione di valutazione saranno premiati dal Prefetto in occasione della Festa della Repubblica.

Hanno aderito 12 Istituti, per un totale di 47 classi. In tutto circa mille studenti. Sono impegnati come tutor 20 studiosi.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno