QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
sabato 07 dicembre 2019

NOSnews domenica 13 ottobre 2019 ore 22:05

​Touch

Una mostra fotografica per non dimenticare. Nella mostra è ripercorso il viaggio in treno degli studenti toscani ad Auschwitz.



FIRENZE — Toccare il passato, toccare le vittime. È questa l’iniziativa che la Regione Toscana si è proposta di portare attraverso Touch, un’esperienza non solo fotografica, ma anche tattile (da qui il titolo), finalizzata a ricordare i martiri della Shoah. Alla Fiera Didacta, che ha avuto luogo a Firenze dal 9 all’11 ottobre alla Fortezza da Basso, c’era uno stand che dall'esterno appariva cupo e misterioso, ed era interamente dedicato a questa iniziativa.

La Regione sin dal 2005 gestisce un progetto denominato “Treno della memoria”, in cui centinaia di ragazzi di tutte le scuole superiori della Toscana, ogni anno si recano ad Auschwitz per cercare di approfondire e comprendere i fatti storici, gli effetti e le conseguenze dell’Olocausto. Così i fotografi Pietro Cagna e Giulio Malfer hanno fotografato i ragazzi presenti nei viaggi, mentre tenevano in mano delle fasce di garza su cui erano scritti i nomi di alcune vittime.

Una volta entrati nello stand oscurato ci veniva chiesto di afferrare una foto, apparentemente nera che dovevamo strofinare fino a che, piano piano, affiorava l’immagine di uno dei personaggi riportati nelle garze.

Touch è un’esperienza immersiva e totalizzante in cui la percezione resa tangibile delle fotografie non solo non lascia indifferenti ma ci rimane scolpita dentro e riporta alla nostra attenzione un genocidio che non dovrà e non potrà mai essere dimenticato.

Francesco Ciandri, Luca Parisi

3C, Liceo Classico Michelangiolo, Firenze

Governo, Conte: «Per Renzi è a rischio? Lui pessimista cosmico»