QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
lunedì 10 dicembre 2018

NOSpettacoli sabato 21 luglio 2018 ore 15:12

​Rockin' 1000 That's Live 2018



I 1000 di Fabio Zaffagnini si riuniscono per la prima volta in Toscana.



FIRENZE — STADIO Artemio Franchi - 21 Luglio h.21.00.

Due anni dopo il primo live, la "Biggest Rock Band on Earth" replica l'impossibile: coordinare (questa volta) 1500 persone, per dare vita al concerto rock più grande di sempre.
 I 1000 di Fabio Zaffagnini, diventati quest'anno 1500, si riuniscono la prima volta in Toscana con il secondo That's Live.
 Questa è la prima grande novità: oltre alla consolidata formazione fatta di 250 batterie, 300 chitarre, 250 bassi, 100 tastiere e 300 voci ci saranno, infatti, 250 fiati e 50 percussioni. Seconda novità: il testimone di direttore d'orchestra quest'anno passa dal maestro Marco Sabiu ad una vecchia conoscenza della musica moderna italiana: "...Dirige l'orchestra: il Maestro Beppe Vessicchio!" La barbetta che ha incantato per anni gli spettatori del Festival di Sanremo si cimenta quest'anno in uno degli eventi musicali più spettacolari.
 Il Rockin'1000 com’è stato detto, sia dal suo creatore, Fabio Zaffagnini, che dallo stesso Maestro Vessicchio, non è solo importante per l’aspetto musicale, ma anche per quello sociale, essendo capace di riunire così tante persone completamente diverse fra loro. In un periodo di tensioni come questo il progetto non è altro che un esempio di come l'integrazione porti a qualcosa di veramente molto, molto bello, un Gruppo o meglio ancora una “Famiglia”, come ne parlano i Millini stessi. Stefano Mannari, un amico di chi scrive, ha preso parte all’iniziativa già nel 2015, e ha saputo dare una sintesi davvero significativa dei momenti "prima" del concerto che ci piace citare:“Un misto tra euforia, nervosismo, eccitazione e paura di non riuscire, soprattutto perché sai che suonerai davanti a 10/20.000 persone e la tua esibizione potrebbe essere una delle cose più grandi della tua vita. Non vedi l’ora che inizi, ma al contempo “te la fai sotto”, perché hai paura di sbagliare o che qualcosa vada male".

”Insomma vale davvero la pena di esserci e di assistere a questo spettacolo-evento. Nei prossimi giorni, quando sarà concluso, scriveremo alcune considerazioni anche sulla scaletta del concerto che quest'anno è ancora più bella perché ricca di omaggi emozionanti ai grandi della musica Rock dei nostri tempi. Infine la terza (bella) novità: una parte del ricavato del concerto, organizzato da Rockin'1000 con il sostegno della Only The Brave Foundation, andrà alla comunità di San Patrignano.

Elisa Gini, XXV Aprile, Pontedera