QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
mercoledì 15 agosto 2018

hanNOScritto sabato 02 giugno 2018 ore 08:46

​Qualcuno dice “No!”

Figure grandi e coraggiose, alcune sin qui oscure, emergono dalla Storia grazie alla ricerca di uno psichiatra e scrittore.



PISA — Lo stesso pomeriggio in cui i nuovi ministri dicevano al Presidente Mattarella, un autore, nella “serra” della libreria Feltrinelli di Pisa, ci ha parlato del suo ultimo libro, intitolato: Qualcuno dice “No!”. Un nutrito gruppo di amici e di altre persone interessate hanno ascoltato Roberto Cappuccio, psichiatra, ex dirigente del SSN, impegnato ora come volontario dell’Unicef mentre, cercando di tenere a freno la sua stessa emozione, presentava alcuni racconti presenti nel suo libro. L’incontro è iniziato alle 18 con il saluto dell’autore che ha annunciato la sua volontà di cedere integralmente i proventi del libro al Comitato Unicef di Pisa. Era presente insieme ad altri volontari la Presidente del Comitato Provinciale, dott. Patrizia Falcone, che ha ringraziato caldamente l’autore per questa generosità ed ha fatto un rapido cenno alle campagne umanitarie in cui l’Unicef, organismo internazionale dell’ONU, è impegnato attualmente. La presentazione del libro è stata svolta in forma dialogica tra il dott. Enrico Barone, biologo evoluzionista dell’Università di Pisa, e l’Autore. Il dott. Barone poneva un quesito che prendeva spunto da un titolo o da un passo del volume e il dott. Cappuccio rispondeva con fervore, unendo calore umano e competenze scientifiche (psichiatriche, neuropsicologiche, psicosociali e storiche). Sono così emersi sprazzi della narrazione sviluppata nel libro nelle 13 storie di uomini e donne che hanno saputo dire NO a chi, in qualità di autorità civile o militare, chiedeva o comandava loro di attuare procedure criminali e assassine. Molti di quei NO sono costati la vita ai coraggiosi che si sono rifiutati di calpestare i diritti umani e culturali dei loro simili. 

Creando una pausa nell’intervista la dott. Falcone ha letto, con grande partecipazione, quattro brani tratti da altrettante storie del libro. La lettura, fruibile non solo dal pubblico presente ma anche, attraverso altoparlanti, in tutto il grande negozio, è stata seguita da alcune considerazioni ”di metodo” del dott. Cappuccio che ha svelato alcuni processi socio-psicologici che stanno alla base delle scelte di vita delle persone, sia orientate verso il bene che verso il male, descrivendo, fra le altre, "le dinamiche situazionali che hanno condotto a formulare il principio della banalità del male e di quello, più recente, della banalità del bene".  Alla conclusione dell’incontro si è formato un capannello di presenti che hanno attorniato l’autore per chiedergli di autografare il libro da loro appena acquistato.

(Qualcuno dice “No!” - Editore "Sensibili alle foglie", Roma, 240 pagg.,18€)

Giuseppe De Benedittis