QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
mercoledì 13 novembre 2019

soNOStato sabato 16 febbraio 2019 ore 19:50

Osservazioni, impressioni ed emozioni

Giornalisti in Redazione, al Museo e in Biblioteca



PONTEDERA — Il giorno 14 febbraio la nostra esperienza per il progetto OPUS prevedeva la visita conoscitiva al Museo Piaggio, alla Biblioteca Gronchi e alla Redazione di QuinewsValdera. 

QuineewsValdera. Durante la visita alla redazione abbiamo conosciuto due giornalisti, Alessandro e René. Durante l'incontro abbiamo trattato della professione di giornalista e dell’influenza che i social media hanno sulle nostre vite. Al termine dell'incontro abbiamo fatto delle domande specifiche ai giornalisti riguardo al loro lavoro e anche alla loro vita privata. I giornalisti Alessandro e Renè hanno saputo coinvolgerci nella discussione su temi di attualità fra cui la pubblicazione di Fake-news nei giornali e l’ inserimento giornaliero di notizie.Questo incontro per noi è stato molto interessante, anche perché era la prima volta che parlavamo con dei veri giornalisti.     Stefano Corsi e Chiara Gronchi 

Biblioteca Gronchi. Nel secondo incontro siamo stati ricevuti nel suo ufficio dal direttore della Biblioteca Comunale di Pontedera, Roberto Cerri. Anche questa volta è stato un colloquio molto interessante perché il direttore ha risposto alle nostre domande in maniera esauriente e brillante.In questa intervista abbiamo avuto il piacere di fare la conoscenza con una persona che porta avanti il suo lavoro con grande professionalità e passione. Cerri ci ha parlato diffusamente della Biblioteca degli oltre mille visitatori giornalieri, del servizio prestito anche nei piccoli centri e del recapito libri anche a domicilio, grazie ai due mezzi Ape e furgone Renault operanti per il servizio di Bibliolandia. E quando gli abbiamo chiesto se i libri secondo lui potranno essere sostituiti da e-book ci ha risposto fideisticamente di sperare il contrario, ma che tuttavia la Biblioteca già oggi dispone di molti titoli anche in formato e-book. Certamente un bell'incontro di quelli che non si dimenticano.

Il Museo Piaggio. Nel museo Piaggio ci ha particolarmente interessato la collezione di Vespe contraddistinte da designer e da artisti. abbiamo visto Vespe dedicate a fumetti (Batman di Marvel e Topolino di W.Disney) oppure decorate in occasione di vari eventi: •Vespa Talani: decorata da Gianpaolo Talani in occasione della sua mostra Bottega Talani. •Vespa Hassoun: dipinta da Ali Hassoun, prendendo spunto dai suoi quadri.•Vespa Primavera Pop Vespa: decorata dal vivo nel museo Piaggio da Maddalena Carrai.•Vespa Mucca Pazza: realizzata da Paolo Maria Lemmi per il concorso Vesparte.•Vespa Trafeli (Mitologica Vespa): prodotta da Mino Trafeli che ha utilizzato materiali impropri.•Vespa Nespolo: personalizzata da Ugo Nespolo in occasione della mostra "La vespa e il cinema".      Rachele Del Bellino e Federica Contino

Oltre ai modelli di Vespa nella nuova ala del Museo inaugurata lo scorso luglio abbiamo visto esposti vari modelli di Ape, un Porter e moltissime moto sia storiche sia modernissime dei marchi Aprilia, Guzzi, Gilera e Laverda, tutti acquisiti negli anni dalla Piaggio. Non abbiamo potuto fare a meno di pensare che il visitatore, mentre osserva le meraviglie motociclistiche, effettua un viaggio nella storia d’Italia, prendendo conoscenza della creatività e della bravura dei nostri tecnici che ci hanno reso famosi in tutto il mondo.    Lorenzo Leonardi

Fra i tanti modelli ricordiamo la vespa Primavera che, pur essendo nata tanti anni fa, è tutt'ora una delle vespe più moderne esposte nel museo. Di questo modello sono presenti tanti esemplari diversi per il colore e i particolari.     Alessio Bigazzi, Tommaso Daini 

4EL Liceo Montale, Linguistico, Pontedera (Pisa)

Clinton incontra Zingaretti a New York: "Sono così felice di vederti, Thank you!"