QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
domenica 05 luglio 2020
corriere tv
Decreto rilancio, ecco le novità da sapere

soNOStato sabato 16 febbraio 2019 ore 19:50

Osservazioni, impressioni ed emozioni

Giornalisti in Redazione, al Museo e in Biblioteca



PONTEDERA — Il giorno 14 febbraio la nostra esperienza per il progetto OPUS prevedeva la visita conoscitiva al Museo Piaggio, alla Biblioteca Gronchi e alla Redazione di QuinewsValdera. 

QuineewsValdera. Durante la visita alla redazione abbiamo conosciuto due giornalisti, Alessandro e René. Durante l'incontro abbiamo trattato della professione di giornalista e dell’influenza che i social media hanno sulle nostre vite. Al termine dell'incontro abbiamo fatto delle domande specifiche ai giornalisti riguardo al loro lavoro e anche alla loro vita privata. I giornalisti Alessandro e Renè hanno saputo coinvolgerci nella discussione su temi di attualità fra cui la pubblicazione di Fake-news nei giornali e l’ inserimento giornaliero di notizie.Questo incontro per noi è stato molto interessante, anche perché era la prima volta che parlavamo con dei veri giornalisti.     Stefano Corsi e Chiara Gronchi 

Biblioteca Gronchi. Nel secondo incontro siamo stati ricevuti nel suo ufficio dal direttore della Biblioteca Comunale di Pontedera, Roberto Cerri. Anche questa volta è stato un colloquio molto interessante perché il direttore ha risposto alle nostre domande in maniera esauriente e brillante.In questa intervista abbiamo avuto il piacere di fare la conoscenza con una persona che porta avanti il suo lavoro con grande professionalità e passione. Cerri ci ha parlato diffusamente della Biblioteca degli oltre mille visitatori giornalieri, del servizio prestito anche nei piccoli centri e del recapito libri anche a domicilio, grazie ai due mezzi Ape e furgone Renault operanti per il servizio di Bibliolandia. E quando gli abbiamo chiesto se i libri secondo lui potranno essere sostituiti da e-book ci ha risposto fideisticamente di sperare il contrario, ma che tuttavia la Biblioteca già oggi dispone di molti titoli anche in formato e-book. Certamente un bell'incontro di quelli che non si dimenticano.

Il Museo Piaggio. Nel museo Piaggio ci ha particolarmente interessato la collezione di Vespe contraddistinte da designer e da artisti. abbiamo visto Vespe dedicate a fumetti (Batman di Marvel e Topolino di W.Disney) oppure decorate in occasione di vari eventi: •Vespa Talani: decorata da Gianpaolo Talani in occasione della sua mostra Bottega Talani. •Vespa Hassoun: dipinta da Ali Hassoun, prendendo spunto dai suoi quadri.•Vespa Primavera Pop Vespa: decorata dal vivo nel museo Piaggio da Maddalena Carrai.•Vespa Mucca Pazza: realizzata da Paolo Maria Lemmi per il concorso Vesparte.•Vespa Trafeli (Mitologica Vespa): prodotta da Mino Trafeli che ha utilizzato materiali impropri.•Vespa Nespolo: personalizzata da Ugo Nespolo in occasione della mostra "La vespa e il cinema".      Rachele Del Bellino e Federica Contino

Oltre ai modelli di Vespa nella nuova ala del Museo inaugurata lo scorso luglio abbiamo visto esposti vari modelli di Ape, un Porter e moltissime moto sia storiche sia modernissime dei marchi Aprilia, Guzzi, Gilera e Laverda, tutti acquisiti negli anni dalla Piaggio. Non abbiamo potuto fare a meno di pensare che il visitatore, mentre osserva le meraviglie motociclistiche, effettua un viaggio nella storia d’Italia, prendendo conoscenza della creatività e della bravura dei nostri tecnici che ci hanno reso famosi in tutto il mondo.    Lorenzo Leonardi

Fra i tanti modelli ricordiamo la vespa Primavera che, pur essendo nata tanti anni fa, è tutt'ora una delle vespe più moderne esposte nel museo. Di questo modello sono presenti tanti esemplari diversi per il colore e i particolari.     Alessio Bigazzi, Tommaso Daini 

4EL Liceo Montale, Linguistico, Pontedera (Pisa)

Tag
 
Programmazione Cinema