QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
mercoledì 24 ottobre 2018

soNOStato martedì 23 gennaio 2018 ore 08:14

​Sorprese ed emozioni al NO SCART

L’arte rinasce dal rifiuto.



PISA — Moda, arte e natura, tre elementi che a primo impatto catturano l’attenzione dei visitatori di SCART. Tutto nasce dall’idea di Maurizio Giani che, in un primo momento, intendeva realizzare il progetto Scart in maniera autonoma, ma in seguito decise di coinvolgere anche gli allievi delle Accademie delle Belle Arti di Firenze e Bologna coordinati da Edoardo Malagigi e Angela Nocentini

Questo progetto si propone due obiettivi: il primo consiste nel raggiungimento dell’economia circolare, con il dare vita a materiali usati e destinati alla discarica. Concetto che è ben visibile in ogni opera realizzata, che mostra chiaramente come materiali apparentemente inutilizzabili possano diventare nuovi oggetti originali e particolari. Il secondo obiettivo consiste nel creare un nuovo decoro per la sala della Camera di Commercio di Pisa, valorizzando allo stesso tempo il patrimonio culturale legato all’impresa economica con InnovArte

Uno degli aspetti più interessanti della mostra è stato il modo in cui sono state messe in relazione le foto delle donne, realizzate da Andrea Varani, nella cornice di Lajatico, cittadina della provincia di Pisa legata al nome di un cittadino illustre: Andrea Bocelli. Le donne indossano costumi di scena, realizzati nell’officina di Scart, usati per lo spettacolo di Andrea Bocelli durante la XII edizione del Teatro del Silenzio.  Questa mostra, per la creatività che la caratterizza, lascia ampio spazio a riflessioni personali, permettendo al visitatore di compiere un viaggio con una nuova visuale di oggetti quotidiani.

Hanno partecipato al servizio giornalistico: Baroni Alessia, Bianconi Gaia, Conti Silvia, Metolli Daniela, Nahid Selma, Seck Mohamed, Tesi Vanessa, Vacirca Veronica, Zocchi Elia.
Classe 3AE, Liceo Economico Sociale Montale, Pontedera, Toscana