QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
lunedì 10 dicembre 2018

fanNOScuola domenica 10 dicembre 2017 ore 22:07

Il vagone degli ottici sul Treno della Leopolda

Un’ottica lavorativa porta a iscriversi alla sezione ottici del Fascetti-DaVinci.



PISA — Prima che il treno di Babbo Natale arrivasse stasera al termine del suo viaggio, alla stazione Leopolda di Pisa, abbiamo fatto sosta nel “vagone” in cui era lo stand della sezione “ottici” dell’istituto Fascetti, attirati là da una distesa di lenti ottiche fantasiosamente disegnate e colorate e pronte per essere appese all’albero di Natale. Qui, dopo aver fatto conoscenza con le professoresse presenti, Alessandra Vinci e Cecilia Celano, abbiamo intervistato Mariagrazia, una studentessa di 5a. Le abbiamo chiesto che cosa si aspettava dalla sua scelta di questo indirizzo scolastico. Mariagrazia ha risposto prontamente dicendo di aver valutato, prima di iscriversi, il fatto che il diploma del corso ottici di questo istituto le avrebbe dato buone basi per un pronto inserimento nel mondo del lavoro, in Italia o all’estero. I corsi di altre scuole, che aveva preso in considerazione, avrebbero richiesto il proseguimento degli studi dopo il diploma e quindi un ritardo nelle possibilità di un posizionamento lavorativo.

Oltre alle mille lenti colorate sul banco facevano bella mostra di sè un tabellone sinottico delle discipline inerenti l’ottica e alcuni volumi in lingua inglese con funzioni di speciali dispositivi di controllo. Ne abbiamo sperimentato prima uno, utilizzato per valutare il daltonismo (Colour-blindness Tests) e poi un altro, con illustrazioni che permettono di verificare la personale visione della profondità, utilizzando degli occhiali tridimensionali. Infine ci siamo sottoposti all’esame visivo con un sofisticato strumento ottico che permette di misurare possibili difetti visivi dal nome quasi impronunciabile: “autorefrattometro”.

Abbiamo lasciato lo stand soddisfatti per la schiettezza e chiarezza della studentessa e per l’entusiasmo che traspariva dalle sue parole, ma un po’ contrariati perché non tutti gli esami ottici avevano dato responsi soddisfacenti per alcuni di noi….

Martina Cusin, Filippo Cosentini, Arianna Mazzanti, Nicole Pellegrini

Classe 3A - Liceo Artistico “F.Russoli” - Pisa