QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
sabato 19 ottobre 2019

soNOSolidale mercoledì 07 agosto 2019 ore 07:44

“Gnam, gnam, gnam” gridarono tutti in coro!

Uno spicchio di Norvegia, ospite del Sant’Anna, per una bella iniziativa canora promossa dalla Croce Rossa Italiana, Comitato di Pisa.



PISA — Il 4 agosto scorso sera si è svolta, presso la chiesa di Sant’Anna, ora affidata alla Scuola Superiore omonima di via Carducci, la performance del coro Defrost Youth Choir proveniente dalla Norvegia e di passaggio a Pisa nell’ambito del loro annuale tour internazionale. Il coro, formato di 29 elementi tutti molto giovani ha vinto numerosi premi negli USA (World Choir Games di Cincinnati) e in Europa (Cori Europei di Graz, Austria). Era guidato dai due direttori Erland Dalen e Thomas Caplin. Ad ascoltarlo c’erano degli italiani, alcuni anche pisani, ma sopratutto un nutrito gruppo di ragazzi palestinesi e molti Norvegesi.

Ascoltarlo è stato fonte di forti emozioni. In effetti loro stessi dicono di basarsi sul principio che “la voce è lo specchio dell’anima” e così è stato. L’emozione e la sensazione prodotta dai brani che hanno interpretato sono state molto vicine a quelle mosse dall’ascolto delle famose 'campane tibetane': una vibrazione interna al corpo si ripercuoteva positivamente sulla mente, creando momenti di breve, ma intensa estasi che si rinnovava di brano in brano, tutti diversi ma pure simili negli effetti. Brani in cui la voce si mescolava, di volta in volta, o con il ritmico suono di un tamburo africano o con il battito delle mani o dei piedi, in un alternata ritmica assolutamente coinvolgente. 

E splendido è stato il saluto anzi i saluti, perché avendo chiesto ill pubblico il bis dopo l’ultimo brano, anche il saluto è stato raddoppiato: tutti insieme, emettendo un gorgoglio, si sono inchinati e poi, rialzandosi di scatto sono esplosi in un ah! fortissimo e in perfetto unisono. Altra particolarità dell’esibizione è stato il fatto che il direttore del coro ha passato a più riprese la “bacchetta” del comando a dei giovani che hanno guidato i compagni al posto suo. 

Insomma una bellissima e devo dire inaspettata serata: Antonio Cerrai presidente del Comitato di Pisa della Croce Rossa e la rappresentante del Comitato Regionale, hanno ringraziato il coro per la loro generosa disponibilità, che ha permesso di effettuare una raccolta di beneficienza a favore della nuova struttura della Croce Rossa, in fase di completamento e indirizzata alla riabilitazione lavorativa di giovani con disabilità, in località, neanche a farlo apposta, Sant’Anna di Cascina.

Ah quasi dimenticavo: “gnam, gnam, gnam” è stato l’ultimo brano, anch’esso come gli altri sorprendente e anche divertente, al cui termine il coro ha circondato il maestro, che si è accucciato facendosi piccolo piccolo, e se l’è “pappato” con un grande gnam finale!

Giuseppe De Benedittis

Matteo, il bodybuilder «squalificato» alla macchina della verità