QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
sabato 19 ottobre 2019

soNOSolidale giovedì 12 settembre 2019 ore 15:30

​Giornata Internazionale dei Lasciti Solidali

L’UNICEF Italia promuove per il 13 settembre il “Primo Open Day Solidale” in collaborazione con il Consiglio Nazionale del Notariato al fine di diffondere la cultura dei lasciti solidali.



PISA — In tutta Italia, l’Open Day Solidale è organizzato da 60 Consigli Distrettuali Notarili che saranno aperti al pubblico dalle 16.00 alle 19.00. A Pisa il Consiglio Notarile di Pisa è in Via Trieste, 35.

L’UNICEF mette a disposizione i suoi esperti e i Volontari per dare informazioni e rispondere a richieste e dubbi su questo tema e sui programmi Unicef per i bambini più vulnerabili del mondo. “Un lascito all'UNICEF può concretamente fare la differenza fra la morte e la vita per milioni di bambini costretti a lottare per la propria sopravvivenza sin dalla nascita” - ha dichiarato Francesco Samengo, Presidente dell'UNICEF Italia. “I lasciti testamentari in favore dell’UNICEF si trasformano in aiuti attraverso vaccini, acqua sicura, cibi ad alto contenuto proteico, accesso all’istruzione, alla protezione e sostegno psicosociale per tanti bambini vulnerabili in tutto il mondo. Un lascito all’UNICEF nel proprio testamento significa veramente cambiare il destino di tutti i bambini di cui l’UNICEF si prende cura!”.

L’UNICEF ogni giorno, da oltre 70 anni, con i propri interventi raggiunge milioni di bambini nel mondo, anche nelle circostanze più difficili lavorando con i Governi e le Comunità locali, in ogni continente per realizzare programmi di sostegno durevoli e sostenibili. 

Non è indispensabile avere grandi patrimoni per compiere un gesto di solidarietà. Anche chi si trova in una condizione economica modesta può, con una piccola somma di denaro “fare la differenza” e contribuire al “bene comune”.
Per info sul programma UNICEF “Lasciti solidali” contattare: www.unicef.it/lasciti o e-mail: press@unicef.it.

gdb

Matteo, il bodybuilder «squalificato» alla macchina della verità