QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
sabato 19 ottobre 2019

fanNOScuola domenica 12 maggio 2019 ore 05:33

Nuovi diplomati "Safety Tutor"nelle scuole pisane

La corsa di Domenico Nese passa da Pisa e incontra il nuovo corso universitario sulla sicurezza.



PISA — Venerdì 10 Maggio, a Pisa, presso l’Aula Magna F.lli Pontecorvo del Polo Fibonacci, l'Istituto Italiano per la Sicurezza, in collaborazione con la Scuola di Ingegneria e il Master in Esperto in Sicurezza dell'Università di Pisa hanno tenuto il previsto incontro con una rappresentanza degli studenti pisani per divulgare e rafforzare il valore della Sicurezza.

12.500 vittime è il tragico bilancio annuale della guerra silenziosa che si attua nel mondo: nei luoghi di lavoro, sulle strade e nell’ambiente domestico. 

In Italia: nel 2018 sono stati 641.000 i feriti e 1.133 i morti nei luoghi di lavoro, purtroppo con un aumento del 10.1% rispetto all’anno precedente.

Nell'incontro è stato ribadita la necessità, per combattere questa strage silenziosa, di sviluppare e diffondere la Cultura della Sicurezza e la Consapevolezza del Rischio sin nei più giovani.

La Peer Safety Education (PSE) è la metodologia applicata dall’Istituto Italiano per la Sicurezza per coinvolgere e formare in primis gli studenti delle scuole superiori. Infatti questi, dopo essere stati formati da esperti adulti, saranno impegnati, a loro volta a istruire i compagni più giovani, delle scuole medie e della scuola dell’infanzia. 

L'attività dell'Istituto, iniziata nel 2016, ha interessato e coinvolto oltre 15.000 giovani di ogni ordine e grado. Oggi è stata presentata la nuova cooperazione con la Scuola di Ingegneria di Pisa e il Master in Esperto in Sicurezza dell'Università di Pisa che rappresentano, per l’Istituto Italiano per la Sicurezza, l'anello mancante per estendere la PSE all'intera catena dell'istruzione.

Durante l’evento l’Ing. Francesco Meduri e l’Ing. Anna Eisinberg, in rappresentanza dell'Istituto Italiano per la Sicurezza, insieme al Prof. Giuseppe Bellandi, al Prof. Nicola Marotta dell'UNIPI e all'Ing. Emanuele Aliotta di Termisol Termica, hanno parlato agli oltre 100 studenti presenti di tematiche e di valori che ruotano attorno alla Sicurezza: etica, comportamento, consapevolezza, formazione, passione, impegno, coraggio.

Il tutto con un solo obiettivo; quello di aiutare i giovani studenti a riconoscere un'azienda virtuosa da una meno virtuosa, in maniera da capire e valutare la propria esposizione al rischio il giorno in cui entreranno nel mondo del lavoro.

La Giornata ha inoltre riservato uno spazio all'accoglienza di #girolevitespezzate, il cicloviaggio di 1000km ideato da Domenico Nese, il quale sta attraversando l'Italia, da Sud a Nord, per promuovere salute e sicurezza sul lavoro e per ricordare le oltre 1000 persone che ogni anno perdono la vita sul lavoro. Nese, partito da Ogliastro (SA) il 28 Aprile, in occasione della Giornata della Salute e Sicurezza sul Lavoro, lungo il suo percorso toccherà diverse città, dove sono state registrate vittime sul lavoro nel 2018, e tra queste è passato da Pisa, e concluderà il suo personale tour a Milano il 17 Maggio.

La giornata si è conclusa con il riconoscimento a circa cinquanta allievi dell’IIS Da Vinci - Fascetti e dell’Istituto Alberghiero Matteotti che hanno ottenuto la qualifica di Safety Tutor. Nell’ambito del progetto PSE 2019, questi allievi hanno sviluppato dei percorsi formativi, orientati agli studenti di scuola media, trattando le tematiche legate al rischio chimico, all’impatto ambientale e alla gestione delle emergenze e dei rischi che possiamo incontrare durante la vita quotidiana.

Per info: http://www.istitutoitalianosicurezza.it

Giuseppe De Benedittis

Matteo, il bodybuilder «squalificato» alla macchina della verità