QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
mercoledì 14 novembre 2018

fanNOScuola domenica 21 ottobre 2018 ore 15:36

Primo giorno di alternanza

SPECIALE DIDACTA. Pennarelli triangolari, pannelli interattivi e tartarughe spiaggiate fra gli argomenti di questo percorso.



FIRENZE — Con la partecipazione al laboratorio di giornalismo di quiNOS all’interno della fiera Didacta di Firenze il 20 ottobre scorso, abbiamo dato il via alla nostra esperienza di alternanza scuola lavoro. Il prof. De Benedittis, nostro coordinatore, nel trasferimento in treno e una volta raggiunta la nostra postazione nello stand della regione Toscana ci ha fornito una serie di informazioni e indicazioni e poi ci ha inviato a intervistare standisti e visitatori, insieme a Elisa una studentessa più grande e con una maggiore esperienza.Nel padiglione situato al piano interrato abbiamo trovato praticamente tutti i produttori e i distributori di pennarelli, penne, matite, acquerelli, fogli, eccetera, in una parola tutto quanto esiste per scrivere, disegnare, pitturare e modellare. 

Ci siamo fermate presso lo stand di Etafelt, probabilmente il primo produttore di pennarelli in Italia, un’azienda che da 50 anni produce pennarelli e altri strumenti per la scrittura colorata. Noi non conoscevamo questa azienda e in effetti il titolare dello stand, che abbiamo intervistato, ci ha detto che prima l’azienda produceva pennarelli sopratutto per conto terzi cioè per altre marche. Da alcuni anni hanno deciso di uscire sul mercato anche in proprio, con alcune linee di loro prodotti con marchio “fibracolor”.In questo stand abbiamo appreso che ci sono pennarelli adatti per bambini anche di un solo anno: devono essere completamente lavabili anche con sola acqua e il cappuccio deve essere molto grande, per evitare i rischi del soffocamento e la punta non deve essere troppo sporgente né dura. Un altro pennarello che abbiamo provato è Delta3: ha un fusto triangolare particolarmente facile da impugnare anche per i più piccoli. Abbiamo provato poi il pennarello con un serbatoio gigante per la massima durata e tanti altri ancora e una punta che è grossa ma che se non è presta lascia un tratto abbastanza sottile. Certo non avremmo mai pensato di poter scoprire così tante novità su un prodotto così comune!
Dopo la visita agli stand dei pennarelli, per analogia di scrittura, siamo passati, al piano superiore, a prendere visione di una nuova lavagna multimediale e interattiva che, come ci ha detto il responsabile dello stand C2 group di Microsoft Educator Community, sostituirà completamente la LIM in quanto ha ancora più funzioni, non ha bisogno di proiettore (con tutto ciò che comporta di installazione, manutenzione e sostituzione della lampadina) e costa anche meno (sui 2000 euro per uno schermo “touch” di ben 75 pollici!). Anche in questo caso non era l’unico produttore presente, ma le caratteristiche degli altri pannelli interattivi non differiscono di molto.
Siamo dunque tornate alla nostra postazione nel padiglione della Regione Toscana, in tempo per ascoltare buona parte di una conferenza sull’ambiente, in particolare sull’ecosistema marino di cui hanno trattato studiosi dell’Osservatorio toscano per la biodiversità che hanno riferito sugli spiaggiamenti e sugli avvistamenti dei mammiferi marini e delle tartarughe marine. Al termine abbiamo fermato l’assessore dell’ambiente, Federica Fratoni e le abbiamo posto due domande. Al primo quesito che era sulle prospettive di miglioramento della qualità dell’aria, ci ha risposto che la Regione Toscana si è impegnata affinché la qualità dell’aria sia nuovamente sostenibile entro il 2020. Le abbiamo poi chiesto se i risultati della raccolta differenziata o meglio della variante porta a porta sono soddisfacenti: Anche in questo caso ha risposto con moderata soddisfazione che il trend è mediamente in crescita del 3-4%. 

Jessica Gronchi , Chiara Pantani 

Classe 3^ I Liceo Scienze Umane G. Marconi San Miniato(PI)