QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
mercoledì 19 febbraio 2020

NOSnews venerdì 07 febbraio 2020 ore 13:02

Viaggio sicuro, viaggio allacciato

Parte nel montopolese e San Giuliano Terme, con trecento bambini coinvolti, la campagna informativa di sicurezza stradale promossa da Federcarrozzieri



MONTOPOLI VALDARNO — “Viaggio sicuro, viaggio allacciato. Campagna informativa di

sicurezza stradale”
Inizia a Montopoli Valdarno, primo posto in Toscana, il percorso didattico dedicato ai bambini della primaria e volto all’apprendimento di una maggiore sensibilità verso la sicurezza stradale pensato e promosso su scala nazionale da Federcarrozzieri con il supporto dei carrozzieri d’eccellenza del circuito MioCarrozziere.

Sono circa trecento bimbi che viaggeranno in sicurezza per un mese, vigilati da insegnanti motivate ed attente con la complicità della polizia locale.

Il concorso si sviluppa per tappe. Ad un momento formativo, segue l’incarico ufficiale da parte dell’amministrazione comunale di responsabili della sicurezza della famiglia. Un ruolo importante che impone ai bambini di rispettare le norme della strada, indossare la cintura in auto, sedere nel sedile più corretto per la loro età e soprattutto vigilare che gli adulti della famiglia rispettino le più basilari regole di sicurezza.

"Abbiamo aderito con entusiasmo al progetto didattico Viaggio sicuro-Viaggio allacciato perché la nostra amministrazione crede nel valore della prevenzione che passa attraverso la formazione" ha dichiarato Roberta Savadori, assessore alle politiche della sicurezza e alla Polizia Locale del Comune di Montopoli.

"Troppo spesso - ha aggiunto - assistiamo a incidenti stradali dovuti a distrazione, a un non attento rispetto delle regole della strada e all’uso del cellulare durante la guida in particolare. I nostri bimbi poi, quando non fanno capricci, si rifiutano di sedere su seggiolini preferendo anzitempo delle sedute non rispondenti alla loro età. E allora un gioco nel quale loro imparano a badare autonomamente alla loro sicurezza e a vigilare sul fatto che anche gli adulti provvedano in modo adeguato alla sicurezza collettiva e dei più piccoli, crediamo sia un buon stratagemma per avere successo".

Così per un mese intero, i bimbi toscani di Montopoli e di San Giuliano Terme saranno responsabili della sicurezza degli adulti e vigileranno come pungoli inflessibili che tutti, in famiglia, rispettino le regole del gioco.

"Il premio sarà quotidiano e settimanale. La complicità con l’amministrazione, il corpo di polizia municipale e quello docente - ha dichiarato il coordinatore regionale di Mio Carrozziere, Alessio Maioli - ci fa sperare in un successo. Siamo certi che lavorare insieme per il bene collettivo darà i suoi frutti anche nella nostra comunità". 

"Noi carrozzieri ripariamo le auto - ha dichiarato Davide Galli, presidente nazionale di Federcarrozzieri - Ci impegniamo perché le auto siano sicure e strutturalmente riparate a regola d’arte, non solo lucide e smerigliate. Il nostro lavoro è dunque incentrato su un costante impegno professionale che ci impone responsabilità nei confronti dei nostri clienti e delle auto che ripariamo: devono tornare in strada “veramente”sicure". 

Il gioco prosegue dunque per quattro settimane, con un riconoscimento giornaliero curato dalle maestre e una medaglia settimanale per ogni tappa del percorso che si concluderà il 28 febbraio con una grande festa che vedrà insieme bimbi e famiglie.

Renzi: "Conte ci rappresenta appieno in UE, no divisioni"