QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
lunedì 16 settembre 2019

soNOSolidale sabato 23 marzo 2019 ore 07:06

Giornata mondiale dell'acqua

Bombe e proiettili, nei conflitti armati, soprattutto se protratti nel tempo, non sono sempre il pericolo più grave per la vita dei bambini.



MONDO — 22 marzo 2019. Nelle emergenze umanitarie, i bambini sotto i 15 anni d’età hanno quasi 3 volte più probabilità di morire di diarrea acuta causata dalla mancanza di acqua e servizi igienici sicuri che non per le violenze direttamente legate alla guerra o a conflitti. Per i bambini più piccoli, i rischi di acqua contaminata, servizi igienici insicuri e della mancanza di igiene di base risultano drammaticamente maggiori: i bambini con meno di 5 anni d’età hanno 20 volte più probabilità di morire di diarrea acuta che a causa di bombe o proiettili.

Nel 2018, il Comitato Italiano per UNICEF ha stanziato un totale di 3.229.362 euro per i programmi d’emergenza dell’UNICEF, compresi quelli per Acqua e Igiene, grazie al prezioso supporto dei donatori. Il Comitato ha altresì finalizzato circa 142.400 euro per progetti di sviluppo sostenuti nel settore Acqua e Igiene in Madagascar, Zambia e Gibuti.

GDB

(estratto dal comunicato Unicef Italia) 

Papa Francesco: "Non dobbiamo pensare che i cattivi siano sempre gli altri"