QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
martedì 25 settembre 2018

NOSpettacoli lunedì 22 gennaio 2018 ore 15:01

L’impressionismo diventa digitale.

​Monet Experience: dal 18/11/2017 al 01/05/2018



FIRENZE — L’impressionismo si rivela in una nuova forma digitale nella mostra allestita negli spazi austeri di una chiesa sconsacrata fiorentina.Quante volte ci può essere capitato di poter vedere i quadri (tutti) dei più grandi impressionisti in uno stesso luogo? La risposta è facile: mai! Ebbene ecco che a Firenze, proprio in questa chiesa, la risposta sarà sì, basta che ci sediamo e che ci lasciamo rapire dallo scorrere delle immagini dei più famosi quadri di impressionisti.La mostra si trova nella ex chiesa, oggi sconsacrata, di Santo Stefano al Ponte che oggi è al centro dell’attenzione degli appassionati dell’arte per questo splendido evento "immersivo" curato da Cross Media, un'azienda tutta fiorentina.La proiezione è davvero bellissima, ben sceneggiata e intessuta con musiche coinvolgenti e con effetti ottici fantastici, che riesce a trasportarci magicamente nella Francia di fine ‘800. Vi sono rappresentati i più importanti quadri di Monet e dei suoi “rivali” come Manet, Degas e altri, corredati da significative citazioni degli stessi artisti e con "zoomate" sui particolari principali. La singolarità e l’unicità della mostra si ritrovano nell’ “Oculus”, uno speciale visore di realtà virtuale che riesce a trasportare il visitatore all’interno di alcune tele di Monet, ricreando rumori e situazioni che appaiono del tutto reali e che sono esaltate da immagini tridimensionali che trasportano lo spettatore fin nel cuore del dipinto dando anche l’idea della tecnica impressionista della pittura “En Plain Aire”.La mostra è aperta fino a maggio. In seguito la struttura ospiterà, con la stessa modalità, una mostra dedicata a Leonardo Da Vinci.

Elisa Gini

Liceo Scientifico, Istituto XXV Aprile, Pontedera, Toscana