QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
sabato 24 agosto 2019

fattiNOStri martedì 04 aprile 2017 ore 23:50

Imparare a lavorare con l’Erasmus+

In cinque dal Fermi di Pontedera in Portogallo.



PORTOGALLO — L'Erasmus+(plus) è l’erede naturale dell’Erasmus che fu creato nel 1987 con la finalità di permettere agli studenti universitari europei di fare un’esperienza di studio in un altro paese dell’Unione. Il programma della versione “plus”, attivata nel 2014 per durare fino al 2020, è dedicato all’istruzione e alla formazione culturale, lavorativa e sportiva dei giovani cittadini europei, raccogliendo sotto un unico “tetto” tutti i progetti di apprendimento e di mobilità offerti dall'UE. Il programma ha un finanziamento pari a 14.7 miliardi di euro.L’Erasmus+ oltre a promuovere i valori dell’Unione Europea, ha come obiettivo l’innalzamento del livello di educazione in Europa, favorendo la mobilità, creando più occupazione e rendendo più semplice il riconoscimento di certificati e attestati. L’Erasmus+ ha solo tre anni di età ed è già un successo. I "figli" dell'Erasmus+ possono tenersi in contatto attraverso eTwinning, la community Europea grazie alla quale i ragazzi possono interagire con email e video. L’Erasmus+ permette agli studenti di entrare in contatto con le diversità sociali e culturali che difficilmente conoscerebbero in altro modo acquisendo un bagaglio di conoscenze e di abilità molto ricercato nel mondo del lavoro, dove sempre più spesso è richiesto di saper operare in ambienti internazionali. La possibilità di partecipare è offerta non solo agli studenti delle scuole superiori, ma anche ai tirocinanti e ai dirigenti scolastici. L'ITCG Fermi di Pontedera partecipa al progetto da alcuni anni. La meta di quest’anno, per un drappello di 5 studenti e 2 professoresse è il Portogallo. La rappresentanza del Fermi è partita il 26 marzo scorso e sarà ospitata da famiglie di coetanei. 

Anna Malucchi

4Asi ITCG Fermi, Pontedera