QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
quinos, Cronaca, Sport, Notizie Locali quinos
sabato 07 dicembre 2019

NOSnews sabato 12 ottobre 2019 ore 18:50

FIERA DIDACTA. Un mondo di novità.

Inizia con questo articolo il reportage di QuiNos realizzato dalle ragazze e dai ragazzi del Liceo Michelangiolo di Firenze. Iniziamo con: Cinema, Leonardo, ITS moda, Erasmus+, Robotica



FIRENZE — Cinema vivo al Didacta.  Nell'edizione del 2019 sono state presentate un gran numero d’iniziative e di esperienze educative stimolanti e innovative per le scuole. Noi della redazione di Quinos ci siamo divisi i compiti e i percorsi da fare e uno dei primi stand in cui sono passata e che mi ha interessato particolarmente è stato quello di “Lanterne Magiche”, presentato da FTS (Fondazione Sistema Toscana). Il progetto è rivolto a tutti gli istituti della Regione Toscana, dalle scuole primarie alle superiori; riguarda l’educazione all’immagine e comprende un laboratorio in classe e almeno la visione di un film al cinema. Alla Fiera è stata proposta la visione del film “Pinocchio” di Matteo Garrone, la cui visione era seguita da una discussione sulle fake news, associate alle famose bugie del personaggio di Carlo Collodi.

Giochiamo con Leonardo. Un’altra proposta molto interessante, dato che la Fiera di quest’anno è dedicata a Leonardo da Vinci e al 500esimo anno dalla sua morte, è stata “Leonardo in Toscana” (progetto consultabile al sito web www.regione.toscana.it/leonardo ) che propone un gioco da tavolo rivolto alle classi quarta e quinta elementare. Il gioco consiste nel far leggere prima ai bambini un libretto sulla vita e sulle opere di Leonardo in modo che quando iniziano il gioco e muovono le pedine sul tabellone, tirando il dado (che ha la forma di un dodecaedro, molta amata dal grande genio), devono rispondere a delle domande scritte nelle varie caselle che consentono o meno ai giocatori di procedere. 

Corsi ITS. Alla Fiera erano presenti gli stand di alcuni corsi ITS post-diploma della Regione Toscana. Vicino alla postazione della nostra redazione c’era il MITA: Made in Italy Tuscany Academy. Si tratta di un ITS con diverse specializzazioni tutte incentrate sulla moda. La sede è a Scandicci, un grosso comune vicino a Firenze. Il corso, come ci hanno illustrato un corsista e la tutor, è specializzato nella pelletteria, tradizionalmente un’eccellenza del territorio e, in particolare nella produzione di borse create utilizzando gli scarti dei pellami forniti dalle aziende. Il corso è di 2000 ore divise in 1200 di lezioni d’aula e 800 di stage in azienda. Il programma comprende un lavoro accurato di produzione e di ingegnerizzazione, dal cartamodello fino al prodotto ultimato. Quest’anno è stata aggiunta una nuova proposta formativa per lo studio tecnico del tessuto. Allo stand erano in mostra sia borse, sia semilavorati in pelle. Alla scuola si iscrivano tanti giovani diplomati che provengono non solo dalla Toscana ma anche dalle regioni vicine, Umbria e Lazio.

ERASMUS+  L’internazionalità e lo scambio con altri paesi, che è certamente un valore aggiunto nella cultura di chiunque, si trovano nello stand dell’Erasmus + (INDIRE) dove è illustrato il progetto di scambio culturale rivolto alle scuole superiori.

La ragazza allo stand ha spiegato che per partecipare a questo progetto bisogna avere almeno 14 anni, a meno che non ci sia un partenariato diretto tra le due scuole. Ciò che permette a due scuole di organizzarsi in un partenariato vincente è il trovare una tematica comune ad entrambe, focalizzandosi su quella. Per aiutare i docenti e le scuole in una ricerca di questo tipo esistono vari strumenti. C’è la piattaforma online eTwinning, una rete sicura che prevede l’iscrizione aperta a docenti e studenti e che permette il confronto tra le varie esperienze; la piattaforma School Education Gateway per i docenti e la Piattaforma Risultati, sulla quale altre scuole possono trovare i resoconti di lavori già completati.

Robotica. Per quanto riguarda la tecnologia alla Fiera Didacta erano presenti dei robot dimostrativi per gli istituti tecnici da utilizzare per facilitare l’esperienza educativa dei ragazzi e per garantire loro una preparazione adeguata per le professioni del futuro. Tra i diversi congegni in esposizione c’erano dei robottini presentati dalla Klain Robotics, DENSO di Cobotta e la demo di una pressa industriale della Coberg Innovation, azienda bergamasca. Ma non sono mancati gli stand “appetitosi” come quelli degli istituti alberghieri Saffi e Buontalenti di Firenze e l’ Alberghiero di Amatrice, con sede ad Amatrice e a Rieti in Lazio: qui abbiamo potuto fare uno spuntino, con buonissimi biscottini tipici e bevande, preparati da loro stessi.

Francesca Mediati

Classe 4C, Liceo Classico Michelangiolo, Firenze.

Governo, Conte: «Per Renzi è a rischio? Lui pessimista cosmico»